Mappe Mentale di un esempio di Piano Operativo

Mappe Mentali all’EXPO Training &…

Oggi niente pistolotti su come ridurre gli sprechi o lamentele sul capo antipatico, oggi si festeggia e si mostra gratitudine per un paio di cose belle che ti vado subito a raccontare :-).

La prima è che settimana prossima terrò una presentazione all’Expo Training, sono stato chiamato in qualità di esperto di Mappe Mentali e ammetto che la cosa mi riempie di orgoglio (quest’anno è la seconda volta che vengo chiamato da altre organizzazioni a parlare di Mappe Mentali, direi che scatta automatica la pacca sulle spalle, BRAVO EGIU :-)).

Oltre all’indubbia soddisfazione di cui sopra, ci sono un paio di considerazioni che mi fanno ben sperare per il futuro dell’Italia;

  1. C’è sempre più attenzione verso la formazione. Non lo dico per le migliaia di persone che parteciperanno all’Expo, ma per la miriade di blog legati ai temi della formazione che sono nati negli ultimi anni e per la moltitudine di persone che li seguono attentamente (tra cui Io). Certo, potresti obiettare che c’è un sacco di fuffa in giro, che molti dicono le stesse cose e che alcuni contenuti sono obsoleti…tutto vero, magari l’offerta media non è poi di così alto livello, il dato rilevante però è un altro: “ieri” c’era poco o nulla, la formazione la facevano (magari male) solo un piccolo numero di grandi aziende. Oggi c’è molta più sensibilità e, tenendo occhi aperti e orecchie spalancate, puoi trovare tutto quello di cui hai bisogno (e ti assicuro che ci sono dei super-professionisti cazzutissimi anche in Italia). Piano piano sta scomparendo anche la vecchia convinzione che “la Formazione non serve a un cacchio, sono solo tempo e denaro buttati via”: questa crisi la stanno superando solo quelli che innovano, che si aggiornano e che cercano modi diversi di lavorare, tutti quelli che pensano: “io ho sempre fatto così e prima andava bene” verranno presto spazzati via (e non dalla crisi, ma dalla loro resistenza al cambiamento!). PS: se lavori in una di queste aziende cercati in fretta un’alternativa perché rischi di trovarti a spasso in tempi molto brevi!

  2. Le Mappe Mentali prendono sempre più piede anche in ambito Business. All’inizio, quando parlavo di mappe mentali, ricevevo sguardi sospettosi e le reazioni erano più o meno le seguenti:

    1. “Ah si, le ho studiate a scuola ma non mi piacevano” (di solito confondendole con le mappe concettuali)

    2. “Le avevo viste ad un corso di memoria ma non le uso”

    3. “Uè, cusa lè chest rob chi?” (i milanesi DOC mi perdoneranno = “ma che è sta roba qui?”)

    4. “No, no, troppo all’avanguardia per i miei gusti”

Adesso sempre più persone apprezzano le Mappe Mentali e le utilizzano sul lavoro, ricevo continuamente feedback in tal senso e la grande onda è destinata ad aumentare sempre di più fino a trasformarsi in una valanga irrefrenabile che spazzerà via:

  1. Inefficienze

  2. Stress

  3. Conflitti

  4. Guerre

  5. Fame nel mondo

…ok, ok, mi sono fatto prendere la mano e forse ho esagerato un pochino 🙂

Il fatto è che, una volta scoperti  i vantaggi, non solo non si torna più indietro, ma si vuole condividere con gli amici e i colleghi e, al grido di “mappatori di tutto lo stivale unitevi”, io non sono più costretto a perdere mezzora per dimostrare che non sono un “fattone” fuori di testa e che non si tratta solo di: “far dei disegnini carini” :-).

Inizialmente l’idea era di chiudere qui l’articolo, ma prima ti ho detto che erano DUE le cose belle e quindi ecchite servita la seconda.

Mi ha chiamato un tizio dicendo di essere di RAI 1, “faremo una trasmissione che avrà come protagonisti persone con grandi capacità di memorizzazione di dati, memoria visiva , calcolo mentale etc. Per questo stiamo facendo una ricerca in Italia tra gli esperti del settore”.

Siccome mi puzzava tanto di bufala ho chiesto di mandarmi mail e che avrei risposto con piacere…indovina un po’? Il tipo esiste e mi ha scritto veramente,  e sai come mi ha trovato? Tramite questo blog, BELLA LI’ direbbero alcuni amici miei!!!

Dubito che finirò in un programma TV (anche perché a dirla tutta io NON sono esperto di tecniche di memoria), però ci tenevo a condividere queste emozioni e approfittarne per ringraziare tutti quelli che, con il loro sostegno ma anche con le critiche, mi hanno accompagnato in questo cammino...ancora molto distante dalla meta, ma non più così vicino al punto di partenza!

GRAZIE DI CUORE & BUONE MAPPE MENTALI

EUGENIO

PS: mi piacerebbe invitarti a vedere la mia presentazione all’EXPO, purtroppo i posti sono limitati e l’evento è riservato a  pochi fortunelli, se però sei da quelle parti e mi fai un fischio sarò felice di scambiare quattro chiacchere

Ti potrebbe interessare:

10 Responses to Mappe Mentali all’EXPO Training &…

  1. Angelo ha detto:

    Eugenio,

    volevo solo ringraziarti per il tuo sito e le tue piacevolissime newsletter che mi hanno convinto – finalmente – a mettere in pratica quello che avevo letto tempo fa sui libri sui Buzan e che era rimasto lì, parcheggiato tra le varie conoscenze teoriche. Chissà perchè è così difficile passare dalla “grammatica alla pratica”!

    Grazie ancora !
    Angelo

    • Eugenio Olmetto ha detto:

      Grazie a te Angelo, passare dalla teoria alla pratica è difficile perchè bisogna cambiare abitudine…ma di questo parlerò in maniera più approfondita su un altro articolo 🙂

  2. daniele ha detto:

    nonostante la mia scarsa disciplina, recentemente ho rispolverato l’uso delle mappe per prendere appunti durante un training parecchio rognoso e poco stimolante; risultato:…attenzione rigenerata,creatività stimolata e mappe qui a disposizione per rapido ripasso quando serve (in realtà le devo ancora copiare in bella…:)…ma ci siamo…mi è servito un sacco, grazie !)

  3. Andrea ha detto:

    Buongiorno Eugenio,
    innanzitutto complimenti per la tua partecipazione all’ Expo Training in qualità di esperto di Mappe Mentali.
    Mi sono iscritto ad ExpoTraining da qualche settimana, ma non trovo nell’ elenco degli interventi quando parlerai tu, puoi aiutarmi ?
    Ti ringrazio e ti auguro buon lavoro
    Andrea

    • Eugenio Olmetto ha detto:

      ciao Andrea, grazie 1000.
      Come ho scritto nel PS, l’evento non è aperto al grande pubblico (come gran parte degli eventi dell’Expo). La società che mi ha contattato ha una sala privata (modello salotto VIP delle discoteche) a cui si accede solo tramite invito, sorry.

  4. Simona ha detto:

    Ciao Eugenio,
    Sai che a mio figlio, terza media, alcuni docenti passano gli appunti via email da scaricare su Ipad sotto forma di mappe mentali preparate da loro… Solo dispense in formato pdf o fotocopiate e mappe mentali, niente più libri.
    L’ho trovato interessante, anche la scuola si è evoluta, non so se sia così anche in Italia.

    Buona giornata

    Simona

    • Eugenio Olmetto ha detto:

      la Svizzera è un gran bel paese 🙂
      In Italia non credo che siamo qui avanti, il 99% degli insegnanti che conosco quando parlo di Mappe Mentali le confondono con le concettuali. Tuttavia con un gruppo di Linkedin (Monza Brianza IN) ci stiamo dando un gran daffare in tal senso e abbiamo avuto l’appoggio di alcuni insegnanti supervolenterosi…ti terrò aggiornata 🙂

  5. Omar ha detto:

    Che dire…Complimenti! Continua così, le soddisfazioni si ottengono un passo alla volta.
    Poi stai aiutando un sacco di persone, questa dovrebbe essere la soddisfazione più grande!

    Omar

  6. - Mappe Mentali ha detto:

    […] L’Expo Training è stato un vero successo, l’aula era stracolma (molti hanno assistito in piedi e addirittura da fuori guardando attraverso le vetrate) e il corso è piaciuto molto …beh, che dire, GRAZIE a tutti quelli che hanno partecipato e ad Adecco Formazione che ha organizzato l’evento e mi ha gentilmente invitato. […]

  7. - Mappe Mentali ha detto:

    […] come ora, che sono passati 5 anni, sono ancora più convinto di aver visto giusto e, paradossalmente, devo ringraziare la crisi che sta devastando il […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *