Mappe Mentali: serata Modena IN

L’Italia che cresce…

"Tutto sbagliato, tutto da rifare" direbbe il buon Gino Bartali.

L'economia ristagna, la disoccupazione avanza e il debito pubblico è stabilmente al 120% del PIL!

Soluzioni? Conciliare il rigore con la crescita, fare dei sacrifici, tagliare la spesa pubblica...se avessi 1 € per ogni volta che ho sentito queste frasi potrei tranquillamente vivere di rendita!

Ma non ti martellerò i cosiddetti con tutto quello che va male in questo Paese, sono già in troppi a farlo e lo sai che io mi focalizzo sulla parte mezza piena del bicchiere !

Certo, la situazione è grave, sarebbe stupido negarlo...ma i rimedi che abbiamo adottato negli ultimi 20 anni sono soltanto dei cerotti su una ferita che rimane aperta, le vere cure sono altre!

Il mese scorso ho avuto il privilegio di presentare le Mappe Mentali a ModenaIN, è stata una serata ricca di spunti in cui ho conosciuto molte persone in gamba (mi sono pure divertito, il che non guasta).

Sono rimasto impressionato dai ragazzi di ModenaIN, un gruppo basato sui valori del Baratto Intellettuale e del Business Etico, è ora tra i più numerosi e attivi di LinkedIn.

Mappe Mentali: serata Modena IN

Tempo fa scrivevo della mia convinzione che il cambiamento partirà dal basso, questo è esattamente quello che intendevo dire! 

Esiste un'Italia che non si arrende al: "tanto non si può fare", "non cambierà mai niente", "non ci sono soldi".

Esiste un'Italia fatta da persone che cercano soluzioni alternative a problemi creati da altri, ci hanno assediato con INCOMPETENZA, CORRUZIONE e CLIENTELISMO? E noi rispondiamo con le nostre armi, armi di COSTRUZIONE di massa: COMPETENZA, CONDIVISIONE, MERITOCRAZIA, CREATIVITA', ETICA...

Buone Mappe Mentali

Eugenio

PS: Ho finalmente attivato i commenti :-), se vuoi condividere altri casi di successo o esprimere la tua opinione ora puoi farlo scrivendo qui sotto

Vuoi iniziare ad usare le Mappe Mentali nella tua professione? "Lavora Meglio con le Mappe Mentali" è il mio eBook GRATUITO in cui ti spiego cosa fare per iniziare a mappare, scaricalo SUBITO a questa pagina!

Ti potrebbe interessare:

8 Responses to L’Italia che cresce…

  1. Anna Piacentini ha detto:

    Eugenio è stato un grande piacere conoscerti! La tua professionalità ma soprattutto l’energia che trasmetti hanno fatto si che la serata di ModenaIN sia stata davvero coinvolgente ma soprattutto utile!

    Ora viaggio sempre con i colori… non si sa mai che non debba fare una mappa!!!

    Anna

    Presidente ModenaIN

  2. Cosmo ha detto:

    Le tue sono parole incoraggianti e trasmettono energia positiva, anche a me e a tanti altri immagino, piace pensare che “il cambiamento partirà dal basso”, tuttavia quando si comincia ad entrare nel dettaglio di questa espressione troppo generica, ci si accorge che le strade del cambiamento sono innumerevoli, c’è il forte rischio di disperdersi senza arrivare ad una soluzione che coinvolga per lo meno la maggioranza di quelli che ci pensano, per non parlare di quelli che non ci pensano affatto e si aspettano che il cambiamento ci piova dall’alto o, al contrario, che non arriverà mai e si rifugiano nella disperazione.
    A mio avviso per innescare il processo virtuoso occorre iniziare dall’istruzione scolastica e da un modo nuovo di privilegiare l’educazione alla responsabilità personale anche rispetto alla nozionistica. Come è possibile coinvolgerne tanti su questa opportunità nel modo più veloce ed efficace?
    A presto, Cosmo.

    • Eugenio Olmetto ha detto:

      Ciao Cosmo, anche io sono convinto che sia necessario coivolgere le scuole (e infatti con Monza Brianza IN stiamo sviluppando progetti in tal senso). Il modo più efficace e veloce è quello di condividere informazioni, idee, esperienze etc. tramite la rete, la velocità di condivisione delle informazioni e di possibilità di contatto sono infinite rispetto a pochi anni fa

  3. mariostaffaroni ha detto:

    raramente lette in forme così sintetiche problemi comuni e speranze concrete.
    Le grandi crisi sono anche grandi opportunità di cambiamento e dal basso. Cioè poi, da tutti noi. La pentola bolle. La speranza é che in tanti a questo punto ci si decida a condividere e partecipare concretamente assieme. Il nuovo ha da sempre bisogno del nuovo, anche per manifestarsi.

  4. Laura Manzini ha detto:

    Eugenio,

    sono molto felice di aver iniziato a Mappare!!!
    La tua energia si è trasmessa tra i partecipanti rendendo la serata frizzante, all’insegna della positività, grazie!

    Laura

  5. […] di Mappe Mentali e ammetto che la cosa mi riempie di orgoglio (quest’anno è la seconda volta che vengo chiamato da altre organizzazioni a parlare di Mappe Mentali, direi che scatta automatica la pacca sulle spalle, BRAVO EGIU […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.