Mappa Mentale su Linkedin tutti manager

Su Linkedin sono tutti manager

Sei un VERO manager o un farloccone?

Su Linkedin sono tutti manager!

 

Il che è strano, perché tecnicamente un manager dovrebbe essere una persona che risponde ad almeno uno di questi due requisiti:

    

  • Ha un budget (soldi da spendere per i suoi progetti)

    

  • Gestisce delle persone (un team che dipende direttamente da lui)

 

Il mio sospetto è che davvero in pochi possano rispondere a questi due requisiti, soprattutto in un periodo di licenziamenti e tagli ai budget come questo.

Quindi la prima domanda che devi porti se sul tuo bigliettino da visita c’è scritto “manager pincopallo” è: ho un budget? Ho delle persone che dipendono da me?

 

Se metti in fila due NO drizza le antenne perché ti stanno prendendo per i fondelli, il mega-titolo che ti hanno assegnato sarà utile per fare il figo con gli amici ma, dal punto di vista pratico, è solo un contentino per tenerti buono senza darti aumenti di stipendio o crescite di ruolo (mentre magari ti sfruttano come uno schiavo).

 

Fatta questa doverosa premessa, a prescindere dal titolo che ti danno, la reale differenza tra un VERO manager e uno farlocco si vede da un’altra cosa: dalla tua capacità di pensare.

Nelle aziende è strapieno di manager farlocchi, i manager veri invece sono una piccolissima minoranza e devono scontrarsi tutti i giorni contro un muro di gomma!

 

Mappa Mentale su Linkedin tutti manager

Mappa Mentale manager Linkedin

 

Ok Eugenio, spiegami la differenza...

Ho parlato spesso delle difficoltà che si incontrano nel mondo del lavoro italiano di oggi, sono difficoltà legate ad un contesto culturale e sociale deviato che ha fatto più disastri di tutte le invasioni barbariche messe assieme.

 

Questo ha portato le persone all’accettazione che le cose stiano così e che nulla possa cambiarle.

 

Ovviamente nessuno mette in dubbio che CAMBIARE richieda una certa dose di impegno e il superamento di qualche insuccesso, ma se ti metti in gioco e compi delle azioni ragionate avrai dei risultati migliori rispetto a stare con le mani in mano lamentandoti di tutto quello che andrebbe cambiato nella tua azienda.

 

Cosa puoi cambiare se vuoi diventare un bravo manager?

Fare il manager è un mestiere complesso che richiede molteplici competenze, se l’azienda per la quale lavori non investe adeguatamente nella tua formazione è veramente una brutta notizia perchè ci sono solo due possibilità:

    

  • Non investe in formazione, l’azienda è destinata a fallire nel breve-medio periodo,

  • Non investe nella TUA formazione, e quindi non crede sia necessario dedicare risorse al TUO sviluppo manageriale.

 

In entrambi i casi fossi in te mi guarderei in giro, creati delle alternative più rosee, perchè un’azienda che non investe in formazione è destinata a morire:

 

Studio ASFOR

Chi ha investito in formazione manageriale tra il 2007 e 2010 ha aumentato il fatturato del 33% a differenza di un calo dell’8% di chi non l’ha fatto.

 

e se investono in formazione ma a te non danno un budget per la tua crescita rientri nella categoria dei “manager sulla carta” di cui ho parlato all’inizio!

 

Se stai pensando:

“Ecco vedi, lo dicevo io che dovrebbero investire in formazione questi manigoldi bla bla” ...

mi tocca interromperti con una domanda:

    

      E tu quanto investi nella tua formazione?

 

Eugenio mi sono perso, mi hai appena detto che le aziende che investono vanno bene mentre quelle che non investono vanno male, come stanno le cose?

 

Stanno esattamente così: l’azienda dovrebbe investire in formazione perché formare la classe dirigente porta ad un miglioramento dei propri risultati economici, ma questo non toglie che la responsabilità della tua formazione sia tua!

Sei tu che ne godrai per tutta la vita (non è che se cambi azienda ti operano al cervello togliendoti le competenze acquisite).

 

Insomma, questa è la prima differenza tra un manager farlocco e un VERO manager, non delegare a nessuno la tua crescita professionale, se l’azienda non ti fornisce gli strumenti adatti, vatteli a cercare da solo, investi il tuo tempo e il tuo denaro per il tuo sviluppo.

 

Nel prossimo articolo ti parlerò dell’errore che deve assolutamente evitare un calciatore che diventa allenatore...cosa c’entra con le Mappe Mentali e la managerialità? Beh, questo lo vediamo la prossima volta 🙂

 

BUONE MAPPE MENTALI

EUGENIO

Ti è piaciuto l’articolo? Dimmi cosa ne pensi e condividilo con i tuoi amici

 

Perché un vero manager dovrebbe usare Mappe Mentali PRO? Scoprilo adesso scaricando le risorse gratuite a → QUESTA pagina.

 

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.