MAPPE MENTALI CARTACEE vs SOFTWARE

È meglio disegnare le mappe mentali a mano oppure avvalendosi di un software?

Ovviamente ci sono pro e contro in entrambi i casi.

Le mappe mentali costruite con carta e pennarelli sono piuttosto immediate (si può andare a ruota libera e costruirle piuttosto velocemente), sono realizzabili in qualsiasi situazione, l’uso dei colori e dei disegni favorisce la creatività e la memorizzazione delle informazioni.

Il problema è che sono piuttosto lente da riorganizzare e aggiornare (bisogna ridisegnarle).

Lo spazio è limitato e tende a finire abbastanza velocemente (soprattutto quando si tratta di temi complessi o particolarmente critici), il disegno per alcune persone costituisce un blocco (chi disegna male tende ad etichettarsi come una persona che “non sa disegnare” e quindi evita di farlo).

Un ultimo svantaggio da non sottovalutare è legato al fatto che, presentando un documento sotto forma di mappa mentale, il vostro interlocutore possa prendervi sottogamba (“cos’è, adesso ci mettiamo a fare i disegnini delle elementari?”), mai sottovalutare la resistenza al cambiamento di alcune persone!

La nascita di software specifici ha risolto questi problemi e ha favorito l’applicazione delle mappe mentali anche in ambito business perché:

  • La creazione della mappa mentale e la sua riorganizzazione sono velocissime
  • Lo spazio è infinito
  • Hai la possibilità di aggiungere allegati, di gestire la tua agenda e di creare gantt di progetto (dipende dal software che scegliete ovviamente
  • È più facile condividere le informazioni contenute nelle proprie mappe (l’aspetto di una mappa mentale fatta con un software ha comunque una parvenza di professionalità anche per chi non conosce la metodologia)
  • In una sessione creativa tutti vedono in tempo reale i risultati e questo aumenta il numero di idee generate

Ovviamente c’è qualche svantaggio:

  • Hai bisogno di un pc e di un software
  • L’emisfero destro viene stimolato di meno rispetto a quando si usano carta e pennarelli
  • L’uso del computer può creare una barriera tra te e l’interlocutore (in caso tu sia un venditore, mettere il PC tra te e il tuo cliente non è una bella idea)

Per tornare alla domanda iniziale se sia meglio disegnare le mappe mentali a mano oppure avvalendosi di un software, la risposta è: DIPENDE!!!

Dipende dalla situazione in cui ti trovi, dallo stato d’animo che attraversi e, soprattutto, dallo scopo per cui vuoi creare la tua mappa mentale.

Personalmente le creo a mano per prendere appunti (clienti, formazione, eventi, studio) e all’inizio di ogni progetto.

Per tutti gli aspetti gestionali e per creare presentazioni uso i software.

Nella stragrande maggioranza dei casi alla mappa mentale cartacea faccio seguire quella informatizzata smiley.

Vuoi imparare ad usare le Mappe Mentali nel tuo lavoro? Clicca qui e scopri come fare!

 

Buone Mappe Mentali

Eugenio 

 

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *