Usa la testa…la tua, non quella degli altri!

Oggi essere un bravo manager è complicato e richiede la rara abilità di saper superare una moltitudine, sempre più vasta, di ostacoli.

Ne ho parlato negli ultimi due post, so bene che conosci le tematiche da vicino perchè sei in trincea ogni giorno, ma ti consiglio di leggerli nel caso te li fossi persi (clicca sui titoli):

  1. I superpoteri del Manager moderno
  2. 7 competenze base + 1 segreto...

La verità è semplice...

Fare il manager non è per tutti!

Un po' per la responsabilità del ruolo, un po' per il sistema in cui sei costretto a muoverti:

  1. Devi padroneggiare molteplici competenze e avere qualità emotive di un certo tipo
  2. Il contesto di riferimento non aiuta, tra licenziamenti e tagli ai budget, mancanza di cultura della formazione e i “capopirla” gli ostacoli da superare sono tanti

In questo contesto di difficoltà ho visto che le persone tendono a percorrere essenzialmente 3 strade, tutte rispettabili e ognuna con dei pro e dei contro.

Strategia 1: Immobilismo

Continui a fare quello che hai sempre fatto e nel frattempo cerchi un altro lavoro.

Il trucco è quello di riuscire a ricollocarti prima di essere cacciato o prima di avere un esaurimento nervoso causato dallo stress.

PRO: rimani nella tua zona di comfort, infatti non devi fare niente di diverso da quello che stai già facendo!

CONTRO:  se l'azienda ti da un calcio nel sedere, questa strategia ti sarà utile per ricollocarti quasi quanto dare delle testate al muro per far passare il mal di testa.

Azioni suggerite: la sera, prima di tornare a casa, passare in chiesa ed accendere un cero per la buona salute dell’azienda che ti paga lo stipendio.

Strategia 2: Investi sulle tue competenze

Capisci che non puoi andare avanti così e decidi di metterti a studiare.

PRO: se riesci ad essere sufficientemente costante, sviluppi effettivamente delle competenze che ti rendono più capace dei tuoi colleghi.

CONTRO: devi essere in grado di individuare il percorso corretto alle tue esigenze – non sempre facile - in agguato il rischio di buttare tempo e soldi.

Azioni suggerite: rivolgersi a qualcuno competente che ti possa guidare nella scelta del percorso e studiare l’argomento scelto PRIMA di iscriverti ad un corso, in questo modo avrai degli strumenti per scegliere il formatore migliore.

Strategia 3: Cerchi un salto quantico

Non ti accontenti di un piccolo miglioramento ma vuoi fare il grande salto!

In questo caso non puoi fare quello che fanno tutti gli altri, ma devi prendere una strada che la stragrande maggioranza ignora o ha troppa paura di prendere.

PRO: quando ci riesci, diventi irraggiungibile per tutti gli altri e inizi a giocare in un’altra categoria.

CONTRO: devi avere il coraggio e la motivazione di fare qualcosa di completamente diverso dagli altri e che la maggior parte delle persone non capisce o non condivide.

Azioni suggerite: Clicca Qui e scopri come diventare un Professionista delle Mappe Mentali cheeky.

3 strategie contro la crisi: 1) fare niente, 2) fare qualcosa, 3) fare la differenza!

3 strategie contro la crisi: 1) fare niente, 2) fare qualcosa, 3) fare la differenza!

 

Perché le Mappe Mentali PRO™ sono un salto quantico?

Nell’ultimo articolo ti ho lasciato con questa domanda:

“Sai cosa accomuna tutte le competenze di cui abbiamo parlato sopra?”

Dipendono tutte da come funziona il tuo cervello, impara ad usarlo meglio e trarrai un beneficio in qualsiasi attività tu debba affrontare!

“Eugenio, mi stai dando dello stupido?”.

 Eccolo li, subito a mettersi sulla difensiva smiley.

Innanzitutto dubito fortemente che uno “stupido” passi il suo tempo a leggere questo blog.

In secondo luogo voglio farti capire che “l’intelligenza” non solo si può sviluppare, ma aumenta in maniera esponenziale quando “parli” al tuo cervello nella maniera giusta!

Qualcuno te l’ha insegnato questo?

Al massimo hai fatto qualche corso di PNL in cui ti hanno insegnato a “visualizzare” (e ti va già di lusso), o sbaglio forse?

Il modo in cui riesci a parlare al tuo cervello e a manovrarne gli ingranaggi è l'unico elemento che può davvero fare la differenza nella tua “gestione personale”, nella gestione di un progetto e anche nella gestione delle tue emozioni.

Te capì o no? Sta tutto nel funzionamento della nostra testolina!

Nel prossimo post ti parlerò di 3 errori che quasi mi rovinano!

Vuoi iniziare ad usare le Mappe Mentali nella tua professione? "Lavora Meglio con le Mappe Mentali" è il mio corso GRATUITO in cui ti spiego cosa fare per iniziare a mappare, scaricalo SUBITO a questa pagina!

BUONE MAPPE MENTALI

EUGENIO

PS: Il 22 e 23 Giugno terrò a Milano Mappe Mentali PRO™ il primo corso per imparare a sfruttare le Mappe Mentali per ottenere risultati migliori con minor sforzo. Per maggiori informazioni Clicca Qui !

Ti potrebbe interessare:

2 Responses to Usa la testa…la tua, non quella degli altri!

  1. Massy Biagio ha detto:

    Pare facile, usare la testa propria…

    • Eugenio Olmetto ha detto:

      in effetti…

      “non esistono cose facili o difficili, esistono cose che sappiamo fare e cose che non sappiamo (ancora) fare” Julio Velasco!

      è solo questione di allenamento, attitudine mentale e un po’ di coraggio 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *